Se vi capita di andare in Francia, ad ogni angolo troverete di certo tanti bistrot o bancarelle di strada dove gustare un’ottima crêpe. Potrete chiederla liscia, con solo una spolverata di zucchero; alla bretone, salata e fatta con grano saraceno, o ancora, la famosissima crêpe suzette alla fiamma perché bagnata con uno spruzzo di liquore all’arancia. Insomma, troverete di certo una crêpe perfetta per ogni palato e menù!

Le origini di questo piatto sono legate al giorno della Candelora, che cade il 2 febbraio, in cui ogni famiglia si riunisce intorno alla tavola imbandita per celebrare una festa dalle radici antiche.

Il nome “Chandeleur”, e l’accostamento alle crêpes, è il risultato delle influenze portate della cultura romana e da quella celtica sul territorio francese. I primi erano soliti camminare in processione tenendo in mano una candela per propiziare un clima più mite, proprio durante il mese più freddo dell’anno; il popolo celtico, invece, cucina dischi di grano, simili alle odierne crêpes, dalla forma rotonda e di colore giallo marrone screziato che rappresentavano il disco solare: un ringraziamento agli dei per aver concesso loro un generoso raccolto di frumento durante l’anno. 

Ancora oggi, per i francesi resta un’occasione per banchettare con una pietanza davvero gustosa e augurarsi vicendevolmente buona fortuna.

 

Ecco la ricetta originale per l'impasto per le crêpes tradizionali francesi.

Porzioni: 4-5 persone

 farina 250 gr 

4 uova

 mezzo litro di latte

 1 pizzico di sale

 50 gr di burro (o due cucchiai di olio di girasole) 

100 gr di zucchero

 qualche seme di vaniglia (o gocce di essenza)

1 cucchiaio di rum (o l'aroma di fiori d'arancio)

Preparazione: versate la farina 00 a fontana o mettetela in una ciotola. Aggiungete le uova, una ad una, e miscelate con una frusta, poi anche lo zucchero e il sale. Quando il composto si è addensato versate con attenzione il latte, continuando a mescolare per evitare che si creino grumi. Versate il burro fuso e rimescolare il tutto. Lasciate riposare la pastella per almeno 2 ore a temperatura ambiente o mezz'ora in frigorifero.       

Il riposo è fondamentale per una buona riuscita delle crêpes.

Cottura: scaldate una padella antiaderente piatta sul fuoco del fornello. Preparate una tazza di caffè con un po' d’olio all'interno. Una volta che la piastra è abbastanza calda immergete un batuffolo di cotone nell’olio e ungete tutta la superficie della padella formando una sottile pellicola. Versate rapidamente mezzo mestolo di pastella fino a occupare l'intera superficie della padella; potete aiutarvi a distribuire il composto con una spatola.   Lasciare cuocere 1- 2 minuti per lato.

Le crêpes si possono farcire con ogni tipo di ingrediente, salsa o condimento: con cioccolato, ricotta, marmellata, zucchero a velo, crema, verdure, carne o pesce, mele, panna, cipolle, uovo, besciamella, nutella, funghi, prosciutto, rum o qualsiasi altra idea che ispiri il palato.

 

Da non perdere la lettura di : https://www.intercruise.it/post/2021/02/10/colazione-golosa-pancakes